Seguici su

Curiosità

Riparte il gioco online in Piemonte

Nonostante la tendenza al ribasso del settore del gioco, in Piemonte aumenta la fruizione dei servizi online

Pubblicato

il

Gioco online
Gioco online riparte in Piemonte

Cala in tutta Italia il settore del gioco, sale invece quello online. Questa la fotografia scattata dal report annuale di ADM, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato, che nel Libro Blu 2020 sottolinea tutti i numeri del gambling italiano. E cartina al tornasole della situazione nazionale è quella del Piemonte.

A far registrare il segno meno più importante è la voce “entrate erariali del settore del Gioco”. La cifra stimata per il 2020, annus horribilis del segmento, è infatti di 7,24 miliardi di euro, per un segno meno del 36.27% rispetto allo scorso anno.

Lo si legge sul sito di Slot Mania, che evidenzia anche come, nello stesso periodo, sia cresciuto il gioco a distanza. Le stime relative alla sua raccolta, infatti, sono state superate del 20.28%. “Credo che a livello normativo servano razionalizzazione, semplificazione, un testo unico, penso anche alla materia dei giochi, perché avere regole chiare è il primo contrasto all’illegalità – ha spiegato il direttore generale di ADM, Marcello Minenna – Le regole sul Green Pass devono essere omogenee e non devono discriminare il settore del gioco. Ricordo che garantire il gioco legale significa contrastare quello illegale. Sulla riforma non ci sono impedimenti, ma ci sono molte cose da fare, noi ad ogni modo stiamo sul pezzo e stimoliamo adeguatamente il confronto“.

In controtendenza il Piemonte per quanto riguarda le lotterie e le scommesse virtuali, secondo i dati riportati da LaVocediAsti. Se Friuli-Venezia Giulia ed Emilia-Romagna registrano un segno meno del 45% rispetto all’anno precedente, la nostra regione ha raccolto una cifra di 11.9 milioni, più del doppio di Calabria (5 milioni) e Veneto (4.7 milioni).

Entrando nello specifico dei dati del Libro Blu 2020, si legge che la crescita delle sale da gioco online sia stata del 35% rispetto al 2019. I nuovi conti aperti sono soprattutto di giovani tra i 18 e i 34 anni, che sono quasi 3 milioni e mezzo di utenti, mentre si aggirano intorno ai 700 mila per la fascia compresa tra i 35 e i 44 anni. Il Piemonte, in questo senso, è la quarta regine italiana dopo Campania, Lombardia, Sicilia, con 751 mila utenti attivi di cui oltre 240 mila aperti nell’ultimo anno.

Insomma, il gioco online prova a ripartire un po’ ovunque. E gli esperti sono sicuri: quando ripartirà il gambling ripartirà, una volta per tutte, anche tutta l’economia italiana. C’è solo da aspettare.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità