Seguici su

Curiosità

Arrivano i droni-taxi nel cielo di Torino

Grazie a un accordo tra il Comune e un pool di aziende, entro due anni il via agli esperimenti per i droni-taxi già sperimentati con successo a Dubai

Pubblicato

il

La mobilità aerea del progetto europeo “Urban Air Mobility” diviene una realtà quasi da fantascienza, e lo fa proprio a Torino. Il capoluogo piemontese diviene infatti città guida del gruppo di testing per il progetto, che si avvale dell’avveniristico utilizzo dei droni come taxi. Un esperimento già eseguito con successo a Dubai.

Torino all’avanguardia della tecnica

L’annuncio della scelta di Torino è arrivato dall’assessore all’Innovazione Paola Pisano, che ha ribadito tuttavia come l’obiettivo primario sia comunque la sicurezza. Nonostante ciò, la Giunta comunale ha dato la propria disponibilità per testare i droni a Torino. Questo genere di velivoli, per il momento sono comandati da remoto e tenuti sotto controllo da un pilota. In futuro, sottolinea l’assessore Pisano, saranno in grado di volare in modo autonomo trasportando sia oggetti che persone – come è avvenuto a Dubai. Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con il Politecnico di Torino, Italdesign e Airbus e si inserisce nella cornice di Torino City Lab. La fondazione Links si occuperà della parte di interazione con le imprese innovative e le startup.

Il caso di Dubai

Come forse qualcuno ricorderà, qualche mese fa a negli Emirati Arabi, e per la precisione a Dubai, si è sperimentato quello che è stato il primo volo di drone-taxi. Qui, un drone, ha infatti trasportato due persone – anche se, per ora, soltanto per alcune centinaia di metri. Ma si è comunque ormai creato un precedente, che nel giro di pochi anni potrà diventare la norma, piuttosto che l’eccezione. Quanto a trasporto di oggetti, che invece è più sperimentato, l’assessore ha fatto notare come proprio a Torino si sia battuto il record di trasporto, con un carico di ben 100 chili.

I droni-taxi tra un paio di anni?

La fantascienza è dunque alle porte: quelle di Torino che, secondo le previsioni, entro un paio di anni dovrebbe verde “sfrecciare” nei suoi cieli proprio i droni-taxi. Per il momento, tuttavia, si parla di trasporto di oggetti, e non di persone, per il momento. Ma già qui i progetti sono ambiziosi: gli spostamenti aerei a bassa quota in aree urbane di merce e persone sono in rapido sviluppo e non tarderemo molto a vedere proprio i droni sopra le nostre teste come nuovo mezzo di trasporto e logistica.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità