Seguici su

Cronaca Live

Torino, evade i domiciliari durante il coprifuoco: con lui aveva attrezzi per scassinare serrature

In giro durante il coprifuoco, un uomo di 42 anni è stato arrestato per evasione. Con lui aveva anche attrezzi per utilizzati solitamente per scassi ed effrazioni

Pubblicato

il

polizia torino
Immagine fornita dalla Questura di Torino

TORINO – Alle 4 del mattino di domenica scorsa, un uomo viene sorpreso a transitare su via Po a bordo di un motociclo. Considerato l’orario, una pattuglia della Squadra Volante inverte la marcia per procedere al suo controllo. L’uomo, però, non si ferma: svolta in via delle Rosine, poi su via Giolitti, prosegue in via San Massimo, via San Francesco da Paola, oltrepassa Corso Vittorio Emanuele e infine imbocca via San Pio V, dove aumenta l’andatura del mezzo al fine di eludere il controllo di Polizia.

Evasione e attrezzi per scassi

La sua corsa termina in via Ormea, luogo in cui abbandona il mezzo per tentare la fuga a piedi. I poliziotti però lo raggiungono. Si tratta di un cittadino italiano di 42 anni. Gli accertamenti condotti nell’immediatezza dei fatti fanno emergere come lo stesso sia sottoposto al regime degli arresti domiciliari, con l’autorizzazione ad uscire da casa soltanto dalle 11 alle 12, dal lunedì al sabato. Gli agenti sottopongono il motociclo a perquisizione: all’interno del bauletto, vengono rinvenuti una sacca in tela contenente una smerigliatrice, un palanchino e numerosi attrezzi e chiavi utilizzati solitamente per gli scassi e le effrazioni. L’uomo, che ha numerosi precedenti di Polizia specifici, è stato denunciato per possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli e arrestato per evasione. Inoltre, è stato sanzionato amministrativamente per la violazione delle norme anti-Covid.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità