Seguici su

Cronaca Live

Torino, è al telefono col figlio ma il partner pensa sia un amante: donna aggredita

Stava parlando al telefono con il figlio quando il suo partner, convinto lei stesse parlando con un amante, le ha distrutto il telefono e le ha messo le mani al collo

Pubblicato

il

maltrattamenti torino
Immagine rappresentativa

TORINO – Da circa 2 anni convivono nel quartiere San Paolo e, da circa un anno, lui la ingiuria, la vessa psicologicamente, ha atteggiamenti fortemente possessivi e talvolta è arrivato alle percosse.

L’ultima aggressione

La donna, lo scorso sabato pomeriggio, era al telefono col figlio che vive all’estero, quando il compagno, supponendo che lei stesse parlando con un fantomatico amante, la ha aggredita: l’ha strattonata da dietro e le ha strappato di mano il cellulare, lanciandolo a terra e rendendolo inservibile. La donna ha accennato un tentativo di reazione ma lui le ha messo le mani al collo. Allora si è divincolata, ha afferrato la borsa e non potendo chiedere aiuto tramite il telefono visto che si era rotto, è corsa a piedi fino alle porte del Commissariato San Paolo, raccontando agli agenti di Polizia quanto accadutole.

Allontanamento volontario

Una Volante si è recata presso il suo appartamento ed ha rintracciato l’autore del fatto. Si tratta di un cittadino rumeno senza precedenti. L’uomo ha dichiarato di volersi allontanare spontaneamente dall’alloggio che condivide con la compagna, consegnando il mazzo delle chiavi di casa agli operatori. Nei suoi confronti è scattata la denuncia per maltrattamenti in famiglia.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità