Seguici su

Cronaca Live

Torino, donna irrompe in farmacia armata di pistola: i clienti reagiscono

Donna armata di pistola irrompe in farmacia e pretende la consegna di farmaci. I clienti chiamano il 112. Altri tre arresti di rapinatori e di un marito violento. Il bilancio dei Carabinieri

Pubblicato

il

Donna rapina farmacia Torino

TORINO – Il bilancio dell’attività anticrimine dei carabinieri nelle ultime 24 ore a Torino. I militari dell’Arma hanno tratto in arresto tre rapinatori nell’ambito dei controlli del territorio disposti dal Comando Provinciale e intensificati in questo periodo per vigilare sul rispetto delle normative anti Covid.

La donna armata di pistola

In particolare, a Moncalieri, nell’hinterland torinese, a finire in manette è stata una donna di 36 anni che si è presentata in una farmacia del luogo e, armata di una pistola, ha intimato al farmacista la consegna di farmaci per la cui somministrazione è necessaria la prescrizione medica. Durante la rapina alcuni clienti sono riusciti a chiamare il 112 e l’immediato intervento dei militari della locale Compagnia ha permesso di bloccare e immobilizzare la rapinatrice. La pistola è risultata essere un’arma scenica, priva di tappo rosso.

La donna armata di pistola che entra in farmacia

Fermati due italiani

Sempre a Moncalieri (TO) sono stati sottoposti a fermo due italiani, entrambi senza fissa dimora, di cui uno sorvegliato speciale di pubblica sicurezza. Nei loro confronti sono stati raccolti univoci elementi di responsabilità in ordine a una rapina aggravata avvenuta il 10 gennaio in Piazza Bengasi, al confine tra il Comune di Torino e Moncalieri e vicino a una fermata dell’autobus. La vittima, un pizzaiolo, sotto la minaccia di un coltello era stata costretta a consegnare il proprio portafogli contenente 80 euro, la paga della giornata. Il giorno successivo, alla stessa ora e nello stesso posto, il pizzaiolo ha rivisto i due rapinatori che aspettavano un’altra vittima e ha allertato i carabinieri che, nel giro di breve tempo, hanno identificato e successivamente bloccato i rapinatori.

Il marito violento

I carabinieri hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia un operaio di 52 anni. I fatti sono accaduti a Grugliasco, nell’hinterland torinese. L’uomo, a seguito dell’ennesimo litigio scoppiato per futili motivi con la convivente, ha afferrato un coltello da cucina puntandolo al collo della donna e minacciandola di morte. Il pronto intervento dei militari della Compagnia di Rivoli ha consentito di bloccare l’aggressore prima che la situazione potesse degenerare.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità