Seguici su

Cronaca Live

Torino: botte, insulti e sputi a una donna per tutta la mattinata

Le grida di aiuto attirano l’attenzione dei passanti in corso XI Febbraio. La Polizia di Stato arresta a Torino un uomo per lesioni aggravate nei confronti della compagna

Pubblicato

il

Violenza sulla donne

TORINO – Giovedì pomeriggio, poco prima delle 15, transitando in corso XI Febbraio gli agenti della Squadra Volante odono, tra un gruppo d persone che si erano fermate per prestarle aiuto, le urla di aiuto di una donna.

Sanguinante chiede aiuto

La giovane ai poliziotti si presenta in forte stato di agitazione e sanguinante dal naso. La donna racconta ai poliziotti di aver avuto una lite con il fidanzato generata dalla gelosia del compagno, il quale nel frattempo si è allontanato. Già in passato c’erano stati comportamenti di gelosia, scatti d’ira, insulti e violenze da parte dell’uomo. In una circostanza, il fidanzato, sempre per gelosia, le aveva cancellato la rubrica telefonica.

Nervoso e aggressivo da subito

Giovedì, la coppia decide di trascorrere la giornata insieme in una struttura alberghiera. Il fidanzato, fin da quando sono in auto insieme, si mostra nervoso e aggressivo verbalmente.  All’interno dell’albergo, l’uomo dà seguito alla sua condotta minacciando la compagna con un paio di forbici e colpendola a calci e pugni. L’uomo, inoltre, le bagna completamente le scarpe in modo che la ragazza non possa allontanarsi. Tale è il trambusto che alla coppia viene anche chiesto di lasciare l’hotel. Questo, però, non impedisce che le violenze dell’uomo proseguano. Una volta in auto, infatti, la vittima viene più volte colpita a pugni al volto, ricevendo anche sputi. L’escalation di violenza termina solo quando la giovane, in corso XI Febbraio scende dall’auto fermatasi e chiede aiuto ai passanti che la soccorrono.

Preso dopo che si è rifugiato

Dopo il racconto dei fatti, la vittima indica poi agli agenti un indirizzo dove il compagno potrebbe aver trovato rifugio presso un amico. Grazie agli elementi raccolti, i poliziotti in breve tempo risalgono all’appartamento all’interno del quale trovano il reo, arrestandolo per lesioni personali aggravate e denunciandolo per violenza privata. La vittima, trasportata in ospedale, per le contusioni multiple e la frattura del setto nasale è stata giudicata guaribile in 20 giorni.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità