Seguici su

Cronaca Live

Shock in questura a Torino, si uccide un agente della Digos

Un agente della Digos si suicida in Questura a Torino. Colleghi sotto shock

Pubblicato

il

Questura di Torino
Agente della Digos suicida alla Questura di Torino

Shock alla Questura di Torino, dove un agente della Digos si è tolto la vita nel suo ufficio sparandosi un colpo con la pistola d’ordinanza. La scoperta è avvenuta ieri sera, intorno alle 19:00, da parte dei colleghi, che al loro arrivo hanno trovato la porta dell’ufficio insolitamente chiusa. L’agente, cinquantenne, è stato così trovato senza vita, ma il decesso pare sia avvenuto diverse ore prima. Una prima ipotesi, infatti, parla di morte suicidio avvenuto dopo aver terminato il turno di notte.

La lettera d’addio

L’agente della Digos avrebbe lasciato sulla sua scrivania una lettera in cui racconta le motivazioni del gesto estremo che i colleghi e la famiglia mai avrebbero immaginato. Le motivazioni, spiegate nel testo, sarebbero da ricondurre a problemi sentimentali. Nessuno, tuttavia, si aspettava un simile tragico gesto da parte del poliziotto dopo tanti anni di servizio – da tempo presso il Tribunale – e volontariato alla Croce Verde. Lascia quattro figli.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità