Seguici su

Cronaca Live

Scuola, Anita: «Se chiudono torniamo in piazza a protestare»

«Ho già parlato con le mie amiche, noi siamo pronte», afferma la 12enne torinese che da tempo lotta contro la didattica a distanza

Pubblicato

il

proteste didattica a distanza

TORINO – «Spero siano soltanto voci perché, se decidono di chiudere di nuovo le scuole, torniamo in piazza a protestare». La 12enne Anita, studentessa torinese che ha dato vita alla lotta contro la didattica a distanza, commenta così, interpellata dall’ANSA, l’ipotesi di una nuova stretta sulla scuola per contenere l’aumento dei contagi.

«Siamo pronte»

«Ho già parlato con le mie amiche, noi siamo pronte», aggiunge la ragazza, sostenuta nelle sue intenzioni dalla madre. «Chiudere le scuole ci fa tornare indietro di un anno – dice la mamma di Anita – Speriamo che il ministro Bianchi si opponga. Nel caso contrario anche noi genitori scenderemo in piazza».

Immagine rappresentativa

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità