Seguici su

Cronaca Live

Non si ferma all’Alt dei Carabinieri e scappa, dopo un lungo inseguimento si schianta con l’auto

A Torino, un ragazzo di 21 anni non si ferma all’alt dei Carabinieri. Dopo un lungo inseguimento si schianta contro un pilone in cemento. I fatti

Pubblicato

il

Non si ferma all'alt dei carabinieri e si schianta con l'auto a Torino

TORINO – Ieri notte, un ragazzo di 21 anni alla guida della propria autovettura, nel tentativo di sottrarsi al controllo dei militari dell’Arma dei Carabinieri, non si è fermato all’alt impostogli in Largo Giulio Cesare, dandosi alla fuga.

L’inseguimento per le vie di Torino

Non fermandosi all’alt, ne è scaturito un inseguimento durante il quale il giovane ha percorso diversi tratti di strada ad alta velocità e contromano. Non si è fermato nemmeno ai semafori che incontrava lungo il percorso, mettendo in serio pericolo l’incolumità dei passanti e dei Carabinieri che ha più volte cercato di speronare.

Lo schianto contro il pilone

Una corsa folle, quella del ragazzo, per il quartiere Barriera Milano per poi giungere in pieno centro città. Dopo un inseguimento di circa 10 km, il ragazzo si schianta con l’auto contro un pilone in cemento in Corso Palestro. Al quel punto, i Carabinieri della Compagnia Torino Oltre Dora, con la collaborazione dei colleghi del Nucleo Radiomobile, sono riusciti a bloccarlo e ad arrestarlo per la fuga e la resistenza a pubblico ufficiale. Al momento non è chiaro il motivo del suo comportamento.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trending