Seguici su

Covid 19

Piemonte zona arancione: Cirio «Fiduciosi. La situazione è in sensibile miglioramento»

I dati del pre-report indicano un sensibile miglioramento della situazione. Cirio: fiduciosi che il Piemonte diventi zona arancione. Le dichiarazioni

Pubblicato

il

Alberto Cirio
Il governatore Cirio all'inaugurazione di un punto vaccinale a Trino - credit: Alberto Cirio - Facebook

TORINO – Il Piemonte tornerà a essere zona arancione? I dati del pre-report, in valutazione oggi, mostrano un «sensibile miglioramento» della situazione epidemiologica riguardo al Covid del Piemonte, come dichiarato dal governatore Alberto Cirio, il quale si dice «fiducioso» che la regione «possa ritornare arancione già dalla prossima settimana».

Segni preziosi di miglioramento

«Questi segni di miglioramento sono preziosi e vanno difesi con i nostri comportamenti. I vaccini, la prudenza e il rispetto delle regole sono le uniche vere armi per uscire da questa emergenza e poter finalmente ripartire», aggiunge Cirio, secondo cui «è fondamentale che non venga meno la prudenza da parte di nessuno».

I dati in valutazione oggi

I dati del pre-report settimanale, che verrà validato oggi dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità, segnalano che in Piemonte il valore RT è sceso ulteriormente sotto l’1, attestandosi a 0.9 per l’RT puntuale e a 0.88 per l’RT medio. Si riduce inoltre il numero di nuovi casi segnalati e anche il numero di focolai attivi o nuovi. La pressione ospedaliera resta alta, ma in fase di stabilizzazione (59% l’occupazione dei posti di terapia intensiva e 67% l’occupazione dei posti letto ordinari). Anche i dati trasmessi ieri a Roma dalla Regione Piemonte vedono l’incidenza scendere sotto il valore soglia di allerta di 250 casi ogni 100.000 abitanti.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità