Seguici su

Covid 19

«Coi bonus non viviamo», locale resta aperto a Torino: multa a proprietario e clienti

I locali di Torino sono allo stremo: troppe spese e nessuna entrata. Effetto crisi e virus che spinge alla disperazione. Un ristorante rimane aperto nonostante i divieti: sarà sanzionato, identificati i clienti

Pubblicato

il

Locale resta aperto a Torino

TORINO – L’effetto Covid e crisi economica continuano a fare strage di esercizi commerciali e locali a Torino. «Noi coi bonus non ci viviamo, chiediamo di lavorare. Se prenderemo la multa pazienza, tanto l’attività è già in crisi». Parlano così i titolari della Trattoria Cecere, nell’elegante quartiere torinese della Crocetta, che ieri sera hanno deciso di sfidare le misure anti-Covid e di restare aperti.

Io Apro

«Abbiamo aderito all’evento “Io apro” perché non ne possiamo più, vogliamo lavorare chiediamo di poter tenere aperto, anche perché fino ad adesso gli aiuti del Governo sono stati insufficienti – sottolineano – Gli ultimi soldi che ci sono arrivati sono a novembre e nonostante tutto paghiamo affitto, bollette, Tari, Irpef e contributi. Tutti i mesi abbiamo spese enormi; a dicembre non abbiamo incassato neanche tremila euro. Siamo in tre e abbiamo bisogno di mangiare e vivere».

Interviene la Polizia

Nel locale, però, è intervenuta la Polizia, che ha trovato una ventina di clienti intenti a cenare ai tavoli. Identificati, saranno sanzionati in base a quanto previsto dal Dpcm. Sanzionato anche il titolare.

Altre multe

A quanto si apprende, ieri sera hanno tenuto aperto a Torino e nell’hinterland del capoluogo, e verranno quindi sanzionati, anche altri due locali legati alla catena “Il Pacchero”; uno in corso Moncalieri, dove c’erano circa 50 persone sedute ai tavoli, e uno a Rivoli. Anche i Carabinieri hanno eseguito dei controlli per il rispetto delle norme anti Covid.

Immagine di copertina di repertorio

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità