Seguici su

Cronaca Live

All’inseguimento della bici rubata con l’auto sul lungo Po Antonelli

Le rubano la bici sotto casa, ma non si perde d’animo e si mette a inseguire con un’auto il ladro, permettendo poi alla Polizia di arrestarlo

Pubblicato

il

Bici rubata

TORINO – Aveva lasciato la sua bicicletta sotto casa, legata a un palo con una catena, per poi uscire nuovamente 15 minuti dopo. Ma in quel breve lasso di tempo, la sua bicicletta era sparita. La giovane, di appena 18 anni, notava un soggetto allontanarsi a bordo della bici sul Lungo Po Antonelli e cercava di fermarlo. L’uomo, per tutta risposta, le diceva di tacere e fuggiva in direzione di Piazza Regina Margherita.

L’inseguimento auto-bici

La vittima allora chiedeva aiuto a dei passanti, che la facevano salire sulla propria auto e si mettevano all’inseguimento del ladro. Quest’ultimo, vistosi raggiunto, perdeva il controllo del mezzo in via Ricasoli, andando a cadere rovinosamente. Nel contesto, una pattuglia della Squadra Volante giungeva prontamente sul luogo e si occupava di fermare l’uomo, un cittadino italiano di 50 anni, ben noto alle forze dell’ordine. Infatti, il cinquantenne ha al suo attivo diversi precedenti specifici per furto, nonché tre condanne passate in giudicato. L’uomo risulta altresì sottoposto all’obbligo di presentazione alla P.G dallo scorso mese di giugno. È stato nuovamente arrestato per furto aggravato.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità