Seguici su

Comune di Torino

Torino, parte il servizio di handbike sharing

E’ la prima città italiana a sperimentare questo tipo di servizio. Appendino: «siamo orgogliosi di sperimentarle». Le handbike sharing potranno essere usate gratuitamente

Pubblicato

il

TORINO – Torino, prima città in Italia, sperimenta il servizio di bike sharing per persone con disabilità. Il progetto, avviato nel 2015, arriva oggi a compimento grazie alla collaborazione fra Comune, Associazione Italiana Paralisi Spastica e Tobike, che mettono a disposizione 6 handbike e 2 easybike, quelle da attaccare alla carrozzina; potranno essere usate gratuitamente per i primi 3 giorni di noleggio e a 3 euro al giorno per i successivi.

Iscriviti a ToBike

Iscrivendosi a ToBike è possibile prenotare una bici a «pedalata» manuale, che sarà recapitata a domicilio. «Il servizio – sottolinea la sindaca Chiara Appendino – è possibile grazie alla cooperazione fra soggetti diversi, che ha incluso chi vive la disabilità. Siamo orgogliosi di sperimentarlo per primi». «Vogliamo far sì – dice il presidente Aips, Angelo Catanzaro – che tutte le persone, anche quelle con disabilità, possano usufruire del servizio di bike sharing. È un progetto di inclusione per tutti – conclude – e vuole abbattere le barriere culturali».

1 Commento

1 Commento

  1. Sindy

    24 Maggio 2019 at 7:30

    Credo possa essere utile e funzionale sperando che non ci sia sempre chi ne approfitta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità