La scuola è finita! Ma…

La scuola è finita! C'è chi festeggia fumando spinelli dietro la scuola.I volontari di "Dico no alla droga" intensificano la loro attività. 1 min


241 shares

Ultimo giorno di scuola. Per le strade è un tumulto di ragazzi che sciamano, schiamazzano e alcuni inneggiano alla fine dell’anno scolastico. E’ un evviva alla libertà: niente sveglie, niente appelli, niente interrogazioni, studio, esami, imposizioni e quant’altro.

Su via Venezia alcuni studenti , appena usciti dalla scuola, si avviano ad un giardinetto proprio lì vicino, si spintonano, apostrofandosi con ridanciani insulti, si appartano con aria complice, tra un muro e un cancello, e tirano fuori un paio di “canne” le accendono e se le passano.

L’odore dello spinello si spande tutt’attorno e ridono. “Ecco come si festeggia la fine della scuola!” grida loro un passante, un marcantonio, pater familias, appena uscito da un’officina con due manone callose ancora sporche di olio. “Ma lei cosa vuole!” grida di rimando uno dei ragazzi, senza tema di tali siffatte manone. “Sapete molto bene che quello che fate è illegale!”

I ragazzi raccolgono in fretta i loro zaini buttati a terra e si allontanano per spinellare in pace, dove nessun rompiscatole possa interrompere il loro “divertimento”. Ma cos’è che spinge questi ragazzi di famiglia verso la ricerca dell’oblio? E quando questo oblio, questo divertimento, non basterà più quale sarà il prossimo step? Extasy, eroina, ketamina, cocaina?

Mi torna alla mente il seminario sulle droghe fatto alla scuola media di Mappano, durante l’anno scolastico e quelli fatti dagli altri volontari di “Dico no alla droga” di Bergamo, di Valenza, di Milano, di Senigallia; penso alla distribuzione di opuscoli “La verità sulla droga” fatti dal Gruppo dei”Guerrieri della notte” nelle discoteche di Torino o a quelle degli “Angeli della strada” fatti davanti alle scuole a Macerata, o ancora a quelle fatte al Festival di Sanremo dal Gruppo “Dico no alla droga dico si alla vita”e penso che tutto questo lavoro vada moltiplicato per cento, per mille, per un milione per salvare i nostri ragazzi “il nostro futuro” da questa subdola trappola.

L. R. Hubbard scriveva già più di quarant’anni fa: “Avrete forse notato che la società è in rapido declino. L’inflazione, la carenza di combustibile e perfino la guerra, gettano cupe ombre sul mondo. Il peggio è che le droghe, siano esse illegali o farmaceutiche, hanno disabilitato la gran parte di coloro che avrebbero potuto risolvere la situazione, inclusi i leader politici e hanno persino paralizzato le generazioni future.”

Maria Grazia Scaglione

Torino 12 Giugno 2019

www.diconoalladroga.org

Ti è piaciuto questo articolo? Non è stato scritto dalla redazione ma da un membro della community di Torino Fan. Iscriviti anche tu, inserisci post e condividi le tue idee o esperienze con gli altri torinesi: riceverai un Buono Amazon da 25 euro

Ti piace? Condividilo con i tuoi amici

241 shares

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Qual'è la tua reazione?

hate hate
0
hate
confused confused
0
confused
fail fail
0
fail
fun fun
0
fun
geeky geeky
0
geeky
love love
0
love
lol lol
2
lol
omg omg
0
omg
win win
0
win
Scegli il formato
Immagine
Carica Foto o GIF
Storia
Testo formattato con possibilità di incorporamenti e immagini
Video
Inserisci video da Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Meme
Carica la tua immagini e costruisci un meme
Sondaggio
Vota per dire la tua opinione
QUIZ
Aggiungi una serie di domande che verificano quanto ne sanno gli utenti di Torino Fan su determinati argomenti
Quiz personali
Aggiungi una serie di domande che rivelano lati nascosti della personalità
Lista
Il classico Internet Listicles
Elenco di classifiche
Chiedi voti per scegliere la lista migliore
Conto alla rovescia
Il classico internet countdown
Lista Aperta
Invia il tuo articolo e vota per la migliore presentazione
GIF
Carica una GIF animata
Audio
Inserisci Soundcloud or Mixcloud Embed