Basta con i roghi Rom: si scatena la protesta dei torinesi esasperati

Il coordinamento Torino Nord ha indetto un giorno di protesta contro i roghi quotidiani nei campi Rom di Torino. I residenti rivolta si troveranno lunedì 28 ottobre davanti a Palazzo Civico1 min


Basta, non se ne può più. Bruciano tutti i giorni… queste alcune delle lamentele dei torinesi residenti a Torino Nord, nei quartieri Barca, Pietra Alta e Rebaudengo. Qui infatti trovano sede i campi Rom che, a quanto pare, sono oggetto di roghi quotidiani che ammorbano l’aria rendendola irrespirabile. Da qui, scatta la rivolta del Coordinamento dei Comitati Torino Nord.

Punire chi brucia e non solo

Per mettere fine a questa intollerabile situazione, il Coordinamento dei Comitati Torino Nord ha avanzato tre precise richieste: punire chi brucia, chi porta i rifiuti nel campo e chi ne richiede lo smaltimento illegale. Per sostenere la loro battaglia, i residenti si troveranno a protestare lunedì 28 ottobre 2019 alle ore 17:00 davanti a Palazzo Civico. Qui, si porterà all’attenzione dell’Amministrazione come, ogni giorno, si accendano fuochi sotto i sacchi dell’immondizia e altri oggetti che bruciano e fumano rendendo l’aria malsana in tutta l’area intorno a via Germagnano e oltre.

La protesta

Prima dell’appuntamento del 28 ottobre, nelle ultime settimane la protesta e la tensione è aumentata nei quartieri coinvolti. Tra corso Vercelli e strade limitrofe, poi, sono apparsi striscioni e cartelli con scritte come “Basta fumi tossici” o “Vogliamo respirare”. Sono stati distribuiti volantini e nate discussioni in strada.

Sono calati? No

Palazzo Civico aveva qualche tempo fa affermato che gli incendi erano in decisa diminuzione. Ma le foto e i video realizzati dai residenti pare abbiano smentito queste dichiarazioni, mostrando come i roghi siano continuati specie – al campo Rom di via Germagnano. La diminuzione, sostengono i Comitati, forse c’è stata in parte in strada Aeroporto, ma di certo non al Rebaudengo. Insomma, la situazione deve essere in qualche modo risolta. E, per chi non ne può più, l’appuntamento è tra due lunedì davanti al Comune di Torino.

Sostieni Torino Fan

Caro lettore, da settimane i giornalisti di Torino Fan lavorano senza sosta per fornire aggiornamenti puntuali ed attendibili sulla emergenza CoronaVirus. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario. Grazie!

PayPal

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scegli il formato
Immagine
Carica Foto o GIF
Storia
Testo formattato con possibilità di incorporamenti e immagini
Video
Inserisci video da Youtube, Vimeo or Vine Embeds
Meme
Carica la tua immagini e costruisci un meme
Sondaggio
Vota per dire la tua opinione
QUIZ
Aggiungi una serie di domande che verificano quanto ne sanno gli utenti di Torino Fan su determinati argomenti
Quiz personali
Aggiungi una serie di domande che rivelano lati nascosti della personalità
Lista
Il classico Internet Listicles
Elenco di classifiche
Chiedi voti per scegliere la lista migliore
Conto alla rovescia
Il classico internet countdown
Lista Aperta
Invia il tuo articolo e vota per la migliore presentazione
GIF
Carica una GIF animata
Audio
Inserisci Soundcloud or Mixcloud Embed