Seguici su

Cronaca Live

Spacciavano al Parco del Valentino: nascondevano droga tra la vegetazione

Arrestate 4 persone che spacciavano droga al Parco del Valentino. Ognuna di loro la nascondeva nei posti più impensabili

Pubblicato

il

TORINO – Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione dei reati connessi allo spaccio di sostanza stupefacenti disposti dal Questore Francesco Messina, anche in relazione alle segnalazioni pervenute dalla cittadinanza mediante l’applicazione “YOUPOL” alla sala operativa della Questura, hanno tratto in arresto, nell’arco di 24 ore, 4 persone responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti all’interno del Parco del Valentino. 

Droga nascosta tra la vegetazione

Il primo caso, nel primo pomeriggio di martedì, quando gli agenti notavano un soggetto di colore sul viale pedonale di corso Massimo d’Azeglio che, camminando in direzione di Corso Vittorio Emanuele II, si avvicinava alla ringhiera perimetrale del Life ed occultava delle buste trasparenti tra i rami presenti nelle inferriate. Il trentaduenne, di origini maliane, irregolare sul territorio nazionale, veniva fermato poco dopo dagli agenti della sezione motociclisti sulla collinetta del Valentino, mentre cercava di vendere della marijuana a un cittadino italiano. Addosso aveva solo pochissimi grammi di sostanza; la parte maggiore, per un peso complessivo di circa 50 grammi, era appunto nascosta fra la vegetazione presente nei pressi della discoteca. Con l’ausilio delle unità cinofile tutto lo stupefacente veniva rinvenuto e sottoposto a sequestro, mentre il trentaduenne è stato arrestato.

Ingoiano gli ovuli all’arrivo della polizia

Nelle ore immediatamente successive, a essere arrestati sono stati 2 cittadini senegalesi di 20 e 25 anni, irregolari sul territorio nazionale, con pregiudizi di polizia specifici. Nascosti parzialmente dietro un cassonetto dell’immondizia in via Valperga Caluso, i due effettuavano fra di loro uno scambio di sostanza stupefacente; all’arrivo dei poliziotti, però, venivano visti deglutire degli ovuli, pertanto per entrambi si rendeva necessario l’accertamento presso una struttura ospedaliera, che aveva esito positivo. Sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso.

Resistenza a pubblico ufficiale

Infine, ieri sera alle 20, un ventiquattrenne di origini gambiane, irregolare sul territorio nazionale, è stato sorpreso sulla collinetta del Valentino con una ventina di grammi di marijuana, nell’atto di cedere delle dosi ad un cittadino italiano. Nonostante il tentativo di sottrarsi al controllo, il giovane veniva fermato e perquisito dagli agenti della sezione motociclisti, che lo arrestavano per violazione della legge sugli stupefacenti e resistenza a P.U.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità