Seguici su

Covid 19

Vaccino Covid: lo somministrano i medici di base. Cirio «noi piemontesi i primi». Nuovi hot spot a Torino

I medici di base, o di famiglia, somministreranno il vaccino Covid. Sarà quello di Astra-Zeneca che non ha problemi conservazione. Aperti anche due nuovi hot spot a Torino

Pubblicato

il

Vaccino Covid in Piemonte lo fanno i medici di base

TORINO – I medici di base somministreranno il vaccino Covid in Piemonte. «Oggi definiremo l’accordo per l’inoculazione del vaccino anti-Covid attraverso i medici di medicina generale: saremo la prima Regione d’Italia a chiudere un accordo di questo tipo. Siamo sabaudi e vogliamo essere pronti». Così il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, all’inaugurazione di un nuovo hot spot per tamponi rapidi a Torino.

Sentinelle della nostra salute

«Abbiamo 3.200 sentinelle della nostra salute con cui dobbiamo costruire una rete di sempre maggiore collaborazione – prosegue Cirio – I medici di medicina territoriale collaboreranno alla campagna somministrando il vaccino Astra-Zeneca, che non presenta problemi di conservazione, non appena disponibile».

Due nuovi hot spot a Torino

Aperti anche due nuovi hot spot torinesi per i tamponi rapidi, inaugurati alla presenza del governatore del Piemonte Alberto Cirio e dell’assessore alla Sanità Luigi Icardi, sono il frutto di una iniziativa dei medici di base. Lo ha sottolineato al taglio del nastro la consigliera dell’Ordine dei Medici, Ivana Garione.

I medici presenti e attivi

«I medici di medicina generale – ha fatto notare Garione – dopo essere stati coinvolti dalla Regione per l’esecuzione dei tamponi, si sono rivolti alla Fondazione Specchio dei Tempi e all’associazione Cuore e Rianimazione per creare queste strutture. I medici di famiglia non solo prenoteranno i loro pazienti per il tampone sulla piattaforma regionale, ma saranno anche presenti a turno presso l’hot spot per eseguire i tamponi».

Dove sono gli hot spot a Torino

Le due nuove strutture, una nel parcheggio Gtt di fronte a Mirafiori e l’altra presso la piscina Rari Nantes di Parco Sempione, sono dei drive-in. I medici che eseguono il tampone sono ospitati in un camper, di fronte a quale sfilano le auto. Dopo il tampone è necessario attendere 15 minuti per il risultato, che in caso di positività dovrà essere confermato sottoponendosi al tampone tradizionale, eseguito presso i centri abilitati.

All’inaugurazione sono intervenuti fra gli altri anche il presidente di Specchio dei Tempi Lodovico Passarin d’Entreves, il presidente dell’associazione Cuore e Rianimazione Marcello Segre, e il direttore generale della Città della Salute di Torino Carlo Picco.

Immagine di copertina credit: Alberto Cirio – Facebook

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità