Seguici su

Cronaca Live

Torino processa gli anarchici: la sentenza domani 24 aprile. Rischiano pene fino a 30 anni

E’ attesa per domani, mercoledì 24, la sentenza nei confronti dei 23 anarchici imputati nel processo Scripta Manent. Chiesti oltre 204 anni di reclusione in totale

Pubblicato

il

Per i numerosi atti ed episodi commessi a partire dal 2002 da un gruppo di anarchici, è in corso il processo che si dovrebbe concludere domani, mercoledì 24 aprile, con la sentenza. Tra gli episodi contestati ai 23 anarchici, vi sono anche le bombe piazzate nel quartiere Crocetta, l’attentato alla caserma dei Carabinieri di Fossano e i plichi esplosivi recapitati a Sergio Chiamparino, allora sindaco della città di Torino. Nonché i plichi esplosivi spediti all’allora sindaco di Bologna Sergio Cofferati.

Il processo agli anarchici

Il processo Scripta Manent, a carico degli anarchici è presieduto, in Corte d’Assise, dalla giudice Alessandra Salvadori, che si è ritirata in camera di consiglio questa mattina intorno alle 9:40. I tempi per avere la sentenza, così come anticipato, dovrebbero aggirarsi intorno alle 24 ore almeno – visto la complessità dell’inchiesta condotta dalla Digos di Torino – per cui la si attende per domani.

Oltre 204 anni di reclusione

Il pubblico ministero Roberto Sparagna, al termine della sua requisitoria aveva chiesto oltre 204 anni di reclusione in totale per gli imputati, e una assoluzione. Gli anarchici sono accusati, a vario titolo, di far parte di diversi gruppi della FAI (Federazione Anarchica Informale), oltre ad aver partecipato a partire dal 2002 a decine di azioni. Le pene più elevate sono state richieste nei confronti di Alfredo Cospito e Anna Beniamino, rispettivamente 30 anni e 29 anni di reclusione. Ai due imputati sono stata contestate le accuse di atto di terrorismo con ordigni. Per tutti gli altri anarchici è stata contestata l’associazione con finalità di terrorismo.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità