Seguici su

Cronaca Live

A Torino da questo weekend nuove regole per la movida

Il prefetto Palomba comunica le nuove regole per l’uscita serale dei torinesi, dopo gli assembramenti del weekend. Pattuglie sino a notte e maggiori aree pedonali

Pubblicato

il

Nuove regole per la movida a Torino

Checché se ne dica, a Torino un po’ di assembramenti ci sono stati  – sia nel weekend che ieri in occasione della manifestazione delle Frecce Tricolori. Così, per mettere un po’ di ordine specie alla sera, quando prende vita la movida, il Comitato per la Sicurezza ha cambiato alcune regole.

Cambio di regole per la movida a Torino

Nella Fase 2 avanzata, che dovrebbe preludere alla Fase 3 – salvo complicazioni – cambiano ancora una volta le regole per la movida a Torino. Per garantire la sicurezza delle persone, il Comitato predisposto ha rilasciato nuove linee guida che tutti sono tenuti a seguire.

Alcuni punti critici a Torino

Il prefetto di Torino, Claudio Palomba, ha fatto sapere che nel primo weekend di “libertà” si sono individuati alcuni punti critici. Per esempio, sulla distanza dei tavolini nei locali pubblici e in alcune zone della città – come per esempio i murazzi – dove molti giovani creavano assembramenti senza rispettare il distanziamento sociale. Anche per questo, il presidio attuato dalle forze di polizia sarà prolungato nell’orario, e durerà sino alle 2 di notte.

Nuove aree pedonali

Dopo un incontro tenutosi ieri con le associazioni dei commercianti si è deciso di creare nuove aree pedonali, già a partire dal prossimo weekend. Le nuove aree pedonali che potranno ospitare all’aperto gli avventori saranno quelle di Lungo Po Diaz e Cadorna, sul ponte Rossini e in Largo Rossini e in alcune vie del quartiere San Salvario. I gestori dei locali siti in queste aree potranno allestirle con i loro tavolini, che dovranno però essere posti rispettando le distanze di sicurezza, e assicurandosi che i clienti siano seduti correttamente al loro posto senza creare assembramenti in piedi e vicino ai dehors.

LEGGI ANCHE: Spostamenti tra Regioni dal 3 giugno, il Piemonte rischia di stare chiuso una o due settimane in più.

Immagine di copertina credit: pixabay-alexandra-koch

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trending