Seguici su

Cronaca Live

Strage di Rivarolo: «stacchiamo la spina» all’omicida

La Procura di Ivrea indaga su telefonata anonima in ospedale che minaccia di staccare la spina a Renzo Tarabella l’uomo che ha ucciso moglie, figlio e padroni di casa a Rivarolo Canavese

Pubblicato

il

Strage di Rivarolo Canavese
Strage di Rivarolo Canavese

TORINO – La Procura di Ivrea indaga su una telefonata arrivata all’ospedale Giovanni Bosco di Torino, martedì pomeriggio, nella quale una voce anonima ha annunciato che sarebbe stata «staccata la spina» a Renzo Tarabella, il pensionato di 83 anni che sabato ha ucciso quattro persone nel suo alloggio di Rivarolo Canavese per poi tentare il suicidio.

Non dalle famiglie coinvolte

Gli accertamenti avrebbero escluso che la telefonata sia partita da qualche componente delle famiglie coinvolte nella strage. Tarabella è ancora ricoverato al Giovanni Bosco: dopo aver ucciso la moglie, il figlio disabile e i vicini di casa, si è sparato al volto, ma il proiettile non ha leso organi vitali.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità