Seguici su

Cronaca Live

L’orrore a Carmagnola: Riccio ha ucciso moglie e figlio con crudeltà, secondo il referto

Teodora e Ludovico uccisi con 23 coltellate da Alexandro Riccio, marito e padre che, secondo l’autopsia, avrebbe colpito con crudeltà

Pubblicato

il

Omicidio di Carmagnola: Teodora e Ludovico

Omicidio di Carmagnola: convalidato l’arresto di Alexandro Riccio, 39 anni che la notte del 29 gennaio ha ucciso la moglie Teodora di 39 anni e il figlio Ludovico di 5 anni. L’arresto è stato convalidato ieri senza interrogatorio perché l’omicida è ancora ricoverato in ospedale: la custodia cautelare in carcere verrà eseguita quando le condizioni di salute lo permetteranno.

L’aggravante della crudeltà

Oltre all’accusa di duplice omicidio, in questa prima fase è stata riconosciuta all’accusato anche l’aggravante della crudeltà. Mentre si è esclusa la premeditazione.

L’autopsia conferma l’orrore

Nella giornata di ieri si è proceduto a eseguite l’autopsia sui corpi di Teodora e Ludovico. Secondo il referto del medico legale, Riccio si sarebbe prima scagliato sulla moglie per poi accanirsi sul figlio. La donna è stata pugnalata a morte alla schiena con 15 colpi di coltello da cucina. L’uomo avrebbe poi anche infierito con circa trenta oggetti che i Carabinieri della scientifica hanno sequestrato nelle ore successive al fatto di sangue. Tra i diversi oggetti usati vi sarebbero anche dei soprammobili con cui avrebbe colpito ripetutamente alla testa la moglie, quando questa era già morta. Dopo di che, si sarebbe scagliato contro il piccolo Ludovico, ucciso con otto coltellate. Il corpicino senza vita è stato trovato poco distante dal suo lettino, con ancora indosso i jeans.

Molti i punti oscuri

Si attende con ansia l’interrogatorio dell’accusato per cercare di fare chiarezza su una vicenda che ha ancora molti punti oscuri, come il movente o anche solo per capire cosa possa essere scattato nella mente dell’uomo che abbia fatto scatenare la furia omicida.

L’ultimo saluto a mamma e figlio

Una volta ottenuto il nullaosta, le salme delle due vittime potranno partire alla volta dell’Abruzzo, dove risiede la famiglia di Teodora, e si potranno celebrare i funerali. In quell’occasione, sia il Comune di Carmagnola che il paese abruzzese osserveranno un giorno di lutto cittadino.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità