Seguici su

Cronaca Live

Givoletto e Valdellatorre: incendi di origine dolosa

Gli incendi di Givoletto e Valdellatorre sembrano essere di origine dolosa

Pubblicato

il

TORINO – Sembra essere di origine dolosa l’incendio divampato l’11 marzo in una zona boschiva di ValdellaTorre (Torino) che, a causa del forte vento, ha coinvolto anche i boschi del comune di Givoletto, dove il rogo è ancora incorso.

L’indagine dei carabinieri

I carabinieri, che indagano sull’accaduto, stanno effettuando un sopralluogo ai piedi del monte Baron, dove l’incendio sarebbe stato appiccato, e stanno sentendo chi abita nella zona. Il rogo ha distrutto oltre 150 ettari di terreno boschivo e ha raggiunto i boschi di Givoletto dove, questa mattina, le fiamme sono ripartite e i vigili del fuoco e i volontari Aib sono impegnati nelle operazioni di spegnimento.

La conferma

Sarebbero almeno due gli inneschi trovati dai carabinieri forestali durante il sopralluogo ai piedi del Monte Baron, sulle Alpi Graie, nel torinese, dove tre giorni fa è scoppiato un incendio che, alimentato dal vento, ha coinvolto i boschi di Val della Torre e di Givoletto, distruggendo 250 ettari e costringendo a una temporanea evacuazione 7 famiglie. Viene confermata l’ipotesi dolosa che si sospetta anche per il rogo di Cafasse, all’imbocco delle Valli di Lanzo, che si è esteso su un fronte di 10 km.In giornata è arrivata la conferma

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità