Seguici su

Cronaca Live

L’autista non lo fa salire sul tram lontano dalla fermata, lui dà in escandescenze: follia a Porta Nuova

Giovane esagitato pretende di salire sul tram lontano dalla fermata, al diniego dell’autista dà in escandescenze e aggredisce con un coltello tre operatori GTT. Arrestato

Pubblicato

il

Arresti a Torino
Attimi di follia a Porta Nuova

TORINO – Pretendeva di salire sul tram fermo al semaforo, fuori fermata, nei pressi della stazione Porta Nuova.  Al diniego dell’autista, il giovane iniziava a colpire in modo violentissimo le porte del mezzo con dei pugni. Questa azione richiamava l’attenzione di altro personale del Gruppo Trasporti Torinese presente a poca distanza, che invitava il giovane a calmarsi spiegandogli che mai l’autista avrebbe potuto acconsentire alla sua richiesta, considerata la pericolosità della manovra.

Dà in escandescenze

Il soggetto, un cittadino italiano di 19 anni, rivolgeva allora la propria aggressività nei confronti dei tre operatori GTT. Li raggiungeva e, dopo aver sputato in faccia a due di essi, estraeva dal marsupio un coltello di grosse dimensioni, che brandiva a casaccio nei loro confronti. Alcuni passanti avvisavano il 112 NUE del fatto e il giovane, intuito l’arrivo imminente della Polizia, si allontanava buttando il coltello in un cestino di rifiuti nei pressi della stazione. Gli operatori GTT non lo perdevano di vista e lo inseguivano, comunicando contestualmente la posizione alla centrale radio della polizia.

Il coltello usato dal giovane per minacciare il personale Gtt

Ci prova anche con una bottiglia

Il giovane, al fine di garantirsi la fuga, afferrava una bottiglia di birra, vuota, trovata per strada e minacciava con la stessa uno degli operatori e poi riusciva a togliergli dalle mani il telefono per impedirgli di comunicare con le forze dell’ordine, scaraventando l’uomo per terra e colpendolo con calci e pugni. Nonostante i colleghi intervenissero per placare la furia del ragazzo, quest’ultimo, durante la colluttazione, riusciva a impossessarsi anche del computer palmare di servizio, che utilizzava come arma impropria. Dopodiché, continuava la fuga fino in corso Matteotti, dove veniva definitivamente raggiunto e fermato da personale della Squadra Volanti.

Arrestato

Il giovane, un cittadino italiano di 19 anni senza fissa dimora a Torino, con numerosi precedenti negli ultimi 2 anni, è stato arrestato per violenza, minaccia e lesioni personali a Pubblico ufficiale, nonché danneggiamento aggravato. Il coltello utilizzato e gettato in un cassonetto dei rifiuti nei pressi della Stazione Porta Nuova è stato rinvenuto dai poliziotti della Squadra Volante e sottoposto a sequestro.

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità

Facebook

Pubblicità