Seguici su

Cronaca Live

A Torino annunciate per il weekend nuove manifestazioni di protesta

Torino si prepara a protestare di nuovo contro il lockdown e il Dpcm. Il manifesto con l’invito che gira sui social. Intanto, gli scontri di ottobre diventano una canzone

Pubblicato

il

Nuove manifestazioni di protesta a Torino

TORINO – Nuove manifestazioni di protesta contro il lockdown e il Dpcm a Torino. Si stanno organizzando per il prossimo weekend con un volantino che gira sui social, in particolare su Facebook. E, intanto, gli scontri di ottobre diventano una canzone reggae che gira sul web.

La canzone degli scontri

«Vieni qua a Torino e poi capisci. Ora che la piazza veste Gucci, rivolta nelle piazze è un fuggi fuggi ACAB (All Cops Are Bastard, Ndr) per la vita rest in peace Stefano Cucchi». Sono entrati nel testo di una canzone gli scontri nel centro del capoluogo piemontese dello scorso 26 ottobre, durante la manifestazione contro le misure anti Covid. In queste ore sta circolando sui social, e su YouTube, un pezzo reggae del collettivo ‘Torino Bass Culture’, in cui si usano parole dure per raccontare quanto accaduto.

Le nuove manifestazioni di protesta

Sempre sul web, intanto, circolano due nuovi appelli per altrettante manifestazioni, sempre contro il lockdown e il Dpcm. Il primo appuntamento è per sabato 14 novembre alle 17:00 in piazza Castello. «Non è una manifestazione di categoria, ma la protesta pacifica del popolo», dicono gli organizzatori, gli stessi che il 26 ottobre manifestarono in modo pacifico e ordinato in piazza Vittorio Veneto. Il secondo appuntamento è sempre in piazza Castello, ma per domenica 15 novembre alle ore 15:00. “Tutte le categorie d’impresa scendono in piazza”, recita il volantino.

Il volantino che gira sui social
Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità