Seguici su

Animali

È tornato l’orso in Piemonte, i carabinieri ne rilevano le orme in Val Grande

I carabinieri forestali ieri hanno scoperto delle orme di un orso in Val Grande. Un esemplare era già stato avvistato nel 2020. «Segnalarne la presenza se riappare»

Pubblicato

il

Orso in Piemonte
Orso in Piemonte - Immagine rappresentativa

VERBANIA – L’orso torna in Piemonte. Le orme di un esemplare sono state notate ieri mattina sulla neve nell’area selvaggia della Val Grande, che si distende tra Verbano e Ossola, in Piemonte. A rilevarle è stata una pattuglia di carabinieri forestali impegnati in attività di monitoraggio del manto nevoso all’interno dell’area protetta.

Un esemplare già avvistato

«È probabilmente l’esemplare già osservato nel 2020 – spiegano i carabinieri forestali – in diverse zone limitrofe al parco nazionale. L’ultima volta era stato filmato lo scorso autunno in Valle Loana, nel comune di Malesco». Si tratta quindi dell’esemplare adulto proveniente dal Trentino e da alcuni anni insediatosi tra l’Ossola e il Verbano, dove è stato fotografato più volte con le fototrappole.

Segnalatene la presenza

I carabinieri invitano gli escursionisti e gli alpigiani a segnalarne la presenza se l’orso dovesse riapparire. «È bene rammentare che qualora dovesse essere incontrato l’animale per natura tende ad allontanarsi – avvertono i militari dell’Arma – è importante quindi non tentare di attirare l’animale in alcun modo, né lasciare cibo».

Tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità